-

Rifiuti Archive

Velletri Plastic Free

Approvata all’unanimità la mozione presentata dal nostro consigliere comunale Paolo Trenta, con la quale si impegna l’amministrazione comunale ad intraprendere un percorso che porti alla rimozione di tutta la plastica monouso dagli edifici comunali e pertinenti. “Tutti hanno visto le immagini della balena trovata morta con 40 chili di plastica nello stomaco, non possiamo esimerci

Plasticfree: mozione del m5s per una Velletri senza plastica

Seguendo l’esempio del Ministero dell’Ambiente, il consigliere comunale Paolo Trenta, ha presentato al prossimo consiglio comunale una mozione per chiedere la rimozione degli oggetti monouso in plastica, come ad esempio i bicchierini dei distributori d’acqua, dagli uffici Comunali, facendo poi partire una campagna di sensibilizzazione rivolta a scuole, mense, ristoranti, uffici e altre realtà lavorative

Facciamo il punto sul compostaggio di contrada Lazzaria

Ancora una volta in consiglio comunale si e’ parlato dell’impianto di compostaggio di contrada Lazzaria. Fratelli d’Italia e Giorgio Greci presentano una richiesta di consiglio straordinario che richiede la revoca della delibera 51 del 2012, Roberto Leoni, con Liberi e Uguali, una mozione che propone di modificare le Norme Tecniche Attuative del vigente Piano Regolatore,

Compromessi e voltagabbana per i rifiuti di Lazzaria

Il 7 dicembre si è svolta in regione la conferenza dei servizi che deve decidere sull’impianto industriale di trattamento aerobico della frazione organica, progettato dalla società Volsca Ambiente e Servizi spa. Il consiglio comunale di Velletri, a giugno 2017, si era espresso contrario a qualsiasi impianto industriale, ma nonostante ciò gli altri comuni soci della

Consiglio comunale su impianto industriale aerobico in Contrada Lazzaria

“LA NOSTRA POSIZIONE SUI RIFIUTI E’ BEN NOTA DA PRIMA CHE DIVENTASSI CONSIGLIERE” Affermazione doverosa del consigliere del Movimento 5 Stelle Paolo Trenta, tutt’altro che scontata nell’odierno puzzle politico veliterno. Era il 2004 quando l’amministrazione di centro destra di Cesaroni approvava in Consiglio comunale il progetto di un impianto TMB da 150,000 tonnellate di rifiuti,

BASTA MENZOGNE!

Cari Signori del PD, riuscirete mai a fare politica in modo utile, degno, serio e disinteressato per il bene della comunità? Dalla campagna denigratoria che state facendo sull’emergenza rifiuti e contro la giunta M5S romana – che secondo voi avrebbe proposto lo smaltimento dei rifiuti della capitale nei comuni di provincia e l’implementazione di nuove

Lo scaricabarile della gestione rifiuti romana

In questi giorni si sta favorendo una confusione mediatica per cui si vuole far credere che la Sindaca di Roma voglia portare i rifiuti fuori città, ella, allo stesso tempo accusa la Regione lazio di essere immobile nelle autorizzazioni agli impianti. Zingaretti ed i Sindaci ribattono contrastando quello che, secondo loro, sarebbe il piano che

Una riflessione sul disastro ambientale

Da venerdi 5 maggio lo stabilimento della “ECO X” di Pomezia è a fuoco e la paura del disastro ambientale aleggia sulla popolazione dei Castelli Romani. Quello che soprattuto adira i cittadini è il non avere notizie certe, e soprattutto non averle dai propri sindaci. Si perchè il sindaco è il responsabile della condizione di

Cena a 8 stelle – Tutto quello che vi siete persi

Il Movimento 5 Stelle vota NO. Questo il filo conduttore dell’incontro cena presso il ristorante “Paradiso” a Velletri, organizzato dal M5S di Velletri. Qui si sono incontrati attivisti e cittadini che hanno deciso di informarsi, discutere e capire cosa stia succedendo nel nostro Paese. Come sempre l’aria che si respira nei nostri incontri è di

La nostra proposta sulla gestione delle frazione organica dei rifiuti

Sulla Gazzetta Ufficiale del 19 Aprile 2016 è stato pubblicato un Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri 07.03.2016 sulla gestione della frazione organica dei rifiuti. Questo decreto ha del preoccupante in quanto fa una ricognizione regionale degli impianti esistenti e delle necessità reali, basandosi su dati ISPRA. In particolare riguardo la Regione Lazio si