-

Rigurgito Politico

Rigurgito Politico

Non è possibile rimanere inermi e silenziosi dinanzi a quanto accade in questi giorni a Velletri. Mentre nelle altre piazze dei Castelli Romani fervono le prime attività estive, con lunghi fine settimana pieni di musica, buon cibo e tanta gente, a Velletri le piazze deserte mormorano di strani avvistamenti. Alcuni grandi animali, creduti estinti, sono invece tornati dall’oltretomba, in un caleidoscopico turbinio di promesse, colpi alle spalle, voltagabbana e ripensamenti.
Si stanno spartendo la torta come se i cittadini non esistessero. Come se fossero “cose loro”.
E pensare che il Movimento 5 Stelle Velletri è stato il primo ad esser tacciato di “tradimento elettorale”, per poi scoprire che, come sempre, è rimasto l’unica realtà coerente, forte internamente e, soprattutto, che non si è venduta al miglior offerente per una squallida poltrona barcollante, pagata coi nostri soldi, quelli pubblici.

Così, mentre tutti intorno a noi si godono l’estate, qui siamo costretti, in un centro storico ormai post-apocalittico, ad ascoltare sciocchezze ambo le parti:
“Perché se vince xxxx, ci saranno loschi affari!!”
“Perché se vince xxxx, ci saranno in Comune personaggi impresentabili!!”
“Perché se vince xxxx, sarà la rovina!!”
“xxxx è il cambiamento!!! yyyy è il vecchio!!!”

…si potrebbe continuare all’infinito, ma ciò che più ci fa ridere, e piangere, è che possiamo sostituire “xxxx” con qualunque dei due candidati al ballottaggio, e non sbaglieremmo comunque la frase.
Vediamo i 500 (inutili) candidati delle 26 liste accapigliarsi sui social, guidati dai loro burattinai, senza rendersi conto di essere parte integrante del degrado che ormai siamo abituati a vivere.
E, intanto, Velletri è morta, deserta, mentre intorno a noi tutti festeggiano l’arrivo della bella stagione. I negozi chiudono, i velletrani si spostano nelle città limitrofe per trovare un minimo di attività ricreative. Però, loro, i dinosauri, sono intenti a spartirsi la torta, e se ne fregano del nostro benessere. E’ palese, è tangibile.

Avremo una città ingovernabile, dopo le mille promesse elettorali e gli apparentamenti improbabili. A chi gioverà? Non certo ai cittadini…

La verità è che a Velletri ha vinto il vecchio. Il nuovo ha perso, comunque vada, e ci ritroveremo in Comune i dinosauri che siamo abituati a veder male amministrare la nostra città. Ce ne prendiamo la responsabilità noi del Movimento, e ci ripromettiamo di tornare più forti di prima. Non dimentichiamo, però, di aver più che raddoppiato i nostri voti in 5 anni, e non ci sembra una debacle totale, come dicono in giro svariati invidiosi, tra cui politici preoccupati di andare in galera se saliamo noi, e forse 3-4 esuli che mai hanno dimostrato competenza e voglia di poter fare politica da questa parte della barricata.

Il rigurgito finale, lasciatecelo dire, è nel vedere forze “civiche” che si tolgono la maschera, insieme a forze “di contrasto” che si vendono per una poltrona. “Qvando c’era lvi”, ‘ste cose non le avremmo viste, ma si sa, i tempi cambiano, e i nostalgici pure.

Disgustoso. Ridicolo. Incommentabile.

Ci spiace solo che ne stiamo facendo i conti noi e i nostri figli, altrimenti sarebbe una commedia grottesca da premio Oscar ai migliori effetti speciali, esattamente come Jurassic Park, nel 1994.

Non è comunque nostra prassi invitare all’astensione. Vi invitiamo, come sempre, a partecipare al dibattito ed informarvi. Forse c’è del “meno peggio” in questo ballottaggio, e probabilmente è dove “non c’è lvi”.
Noi non facciamo alleanze, non ci vendiamo per delle poltrone. Noi siamo qui, fermi e saldi a protezione di Velletri e del suo futuro, a qualunque costo. Questa è, e sarà sempre, l’unica linea da cui deriveranno le nostre scelte. Il resto è demagogia.

Facciamo anche un appello alle figure politiche serie e integre, ambo le parti, perché sappiamo che ce ne sono in gran numero, anche se non si vedono spesso: fatevi sentire, e ristrutturate le vostre forze politiche dall’interno, ne abbiamo tutti bisogno, non fatevi calpestare dai dinosauri. Cacciateli e collaboriamo, col dibattito onesto e trasparente, per far rinascere una Nuova Velletri.

Ci vediamo alle prossime elezioni e, nel frattempo, daremo battaglia su ogni più piccolo provvedimento che verrà fuori dal grottesco crogiuolo della prossima amministrazione-giurassica.

PS: Se alle prossime elezioni candidano un vostro famigliare, invitatelo a desistere; non alimentate questo sistema, altrimenti non ne usciremo mai.

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *