-

Sbrocca Italia!!!

Decreto-Sbrocca-ItaliaIl 2 giugno sul sito del Governo appare un comunicato del Presidente del Consiglio rivolto ai Sindaci dei Comuni italiani:”«…» Individuate un cantiere fermo, un procedimento amministrativo da accelerare. Segnalatecelo entro il 15 giugno. Sarà nostra cura verificarne lo stato d’attuazione e procedere all’interno di un pacchetto di misure denominato “Sblocca Italia”. «…»”.

Molti comuni non hanno ricevuto in forma diretta il comunicato e ad esso non è seguita alcuna ulteriore segnalazione. Solo in seguito alla pubblicazione del Decreto cosiddetto “Sblocca Italia”, si è preso atto che quello che sembrava un invito ai Comuni a segnalare questioni problematiche nella realizzazione delle opere, era un atto amministrativo di un’insolita procedura destinata ad avere effetti diretti e concreti sulle amministrazioni locali e sulla possibilità di usufruire di importanti agevolazioni finanziarie.

Un Decreto mai approvato in nessuna commissione, approvato in maniera forzosa con lo strumento della fiducia nella Camera dei Deputati, nel quale, con la scusa della semplificazione, troviamo interventi che depotenziano il controllo delle sovrintendenze nelle aree di vincolo paesaggistico, accentrano e semplificano gli appalti “strategici” in settori come autostrade e rifiuti, regalano strumenti di deroga all’edilizia ed ai gestori di telecomunicazioni.

Si dimostra ancora una volta che “l’affare” delle lobby vince ancora una volta sulla tutela del territorio, esponendolo alle speculazioni ed alle mafie.

In particolare,per ciò che concerne il nostro comune, tale “procedimento” (si fa fatica a trovare il termine giusto per definirlo) potrebbe diventare molto pericoloso in quanto prevede una serie di misure che sembrano andare a favore di chi vuole una bella discarica enorme a casa nostra, nonché impianti di smaltimento rifiuti che sembrano strizzare l’occhiolino più verso gli imprenditori ed il loro profitto che non verso la salute ed il portafogli dei cittadini.

Per questi motivi il Movimento 5 Stelle, tramite mozione, vuole impegnare il Sindaco e la Giunta ad attivare la tutela delle prerogative comunali e richiedere il ritiro del Decreto.

http://www.tubechop.com/watch/4047988

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *