-

Non sparate sulla Croce Rossa

A seguito di alcune “stranezze” riguardo la situazione degli affitti della CRI abbiamo presentato una interrogazione in consiglio comunale che riportiamo di seguito.

 

 

OGGETTO: INTERROGAZIONE CON RISPOSTA IN COSIGLIO COMUNALE E SCRITTA

IN MERITO ALLA SEDE DEL COMITATO LOCALE DELLA CROCE ROSSA 

 

Il comune di Velletri ha una convenzione con il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Velletri, che prevede l’erogazione di € 20.000,00 annui per una serie di servizi (pochissimi in realtà) forniti a favore della cittadinanza.

Nello specifico, vengono erogati € 10.000,00 alla presentazione delle due fatture, una datata 30 giugno, l’altra 31 dicembre.

Questa somma viene utilizzata anche per far fronte alla mancanza di una sede di proprietà del Comune, data in concessione alla C.R.I. Di Velletri, pertanto, circa € 12.000,00 annui vengono utilizzati per pagare l’affitto a due privati (€ 1.000 mensili per l’affitto della sede, angusta e poco idonea ad una associazione che è parte integrante del sistema Nazionale di Protezione Civile ed un garage adibito a magazzino viveri).

A seguito di richieste ed accordi esclusivamente verbali, il 15 maggio 2012 il Comitato Locale di Velletri, effettuava al Comune una richiesta per la sede, individuata all’interno del palazzetto dello sport “Pala Baldinelli” in Via Ariana, tale richiesta faceva notare che il contratto di affitto era in scadenza al 31 dicembre 2012.

L’ufficio patrimonio si attiva producendo un documento interno con una stima dei canoni di locazione nel giugno 2012, nonostante ciò nessuna comunicazione ufficiale esce dall’ente, e l’allora Commissario del Comitato di Velletri, dott. CIARLA Augusto in estremis ricorda all’amministrazione di non aver avuto risposta alla richiesta inoltrata nel mese di maggio (nota prot. 108/2).

Nonostante questo provvedimento “forse” tardivo, provvedeva a rinnovare il contratto di locazione, vista la scadenza prossima del 31 dicembre 2012.

In data 01 febbraio 2013, finalmente, l’amministrazione, con delibera di C.C. n. 16 assegna alcuni locali del Palabaldinelli alla C.R.I. di Velletri.

Da allora le sole comunicazioni esistenti tra le parti consistono nella consegna del computo metrico e le planimetrie della Sede di Via Ariana in data 22 aprile e poi nulla fino ad una nota di Novembre 2013 del Comitato locale di C.R.I. In cui si richiede la riduzione del canone di locazione riservata alle ONLUS.

 

Considerato che l’ente “finanzia” il Comitato Locale di C.R.I. Di Velletri per 20.000 euro l’anno per supportare il servizio sociale verso i Cittadini, mentre ne vengono spesi oltre la metà in canoni di Locazione. Il ritardo di oltre un anno ha fatto perdere alla Città di Velletri circa 10.000 euro di cui parte sarebbere rientrata nelle casse comunali , ed il resto come servizio assistenza ai cittadini.

 

Si chiede la motivazione del ritardo nella assegnazione dei locali deliberati in febbraio 2013 ed il perchè tali trattative tra enti non siano state formalizzate attraverso comunicazioni ufficiali scritte, ma sempre con accordi verbali tra gli uffici comunali e il Commissario del Comitato Locale di C.R.I.

 

 

Velletri , 23/01/2014

 

 

Il consigliere comunale

Paolo Trenta

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *