Un altra occasione persa

Oggi 12 dicembre, un consiglio comunale di 34 mozioni buttato all’aria alla seconda mozione.

Iniziato con la mia interrogazione sul Centro Commerciale Naturale, in cui l’assessore ha dovuto sforare diversi minuti per esprimere finalmente una versione ufficiale della vicenda, quando si è passati alle mozioni FdI chiede di poter discutere prima il loro punto (l’ultimo) in cui chiedevano all’amministrazione di non far pagare i parcheggi al centro per i giorni prossimi al Natale.

La mozione è stata rifiutata, io come m5s ho votato contrario ritenendo questo intervento del tutto inutile ai fini del benessere del commercio. Un palliativo per fare numero, una aspirina per curare un tumore. Piuttosto chiedevo una task force, una commissione un coordinamento per affrontare  con una attenta e partecipata analisi il problema dell’economia della nostra città insieme a tutte le forze in gioco e non sono i commercianti che sono solo uno elemento di una catena.

 

Oggi stranamente vi era una folla di persone anziane e diversamente abili trail pubblico normalmente assente se non qualche giornalista. In 5 anni di riprese questa tecnica è ben nota quando si vuole “forzare la mano” e fare odience speculativo sul consiglio. Persone che entravano per la prima volta in consiglio comunale e di cui alcune, ascoltavo nel vociferare, non sapevano nemmeno chi fosse il Sindaco di Velletri (ovviamente assente) .

la mozione di Priori chiedeva all’amministrazione di concedere l’apertura della sbarra di Fontana Marcaccio per consentire il trasporto dei diversamente abili allo scopo di raggiungere un luogo di pellegrinaggio che sembra sia stato luogo di visione della Madonna.

Se personalmente ed inizialmente tentato a dare voto favorevole ad un diritto di culto per chi è già stato abbastanza sfortunato. Una riflessione più distaccata, quale il ruolo che mi compete come portavoce di un movimento politico e di tutti cittadini in eguale maniera, mi ha imposto alcune considerazioni. Oltre a subentrare responsabilità per un parere tecnico sfavorevole per l’apertura della strada, il chè già da se darebbe una impossibilità ad avallare la mozione,  la riflessione è che tale “apertura” se vi è deve essere per tutti e per tutte le categorie di cittadini, quindi andrebbe post e formulata in altro modo.

La presenza dei cittadini usati dalla politica allo scopo di portare a casa una vittoria, sfruttando la loro ingenuità e non conoscenza di alcuni metodi mi ha poi disgustato..

E nel mentre facevo con me stesso queste osservazioni il consigliere Priori (NCD) che aveva presentato la mozione, dopo aver ascoltato alcuni interventi contrari, per protesta fa uscire i cittadini e rimane fuori con loro senza nemmeno votare la mozione che aveva presentato che ovviamente è orfana anche del voto padre.

Priori senza alcun rispetto dei consiglio e dei consiglieri che sono li ciascuno per portare la propria voce, esce.

A quel punto bagarre.. si innescano discussioni all’esterno della sala, qualcuno chiama il numero legale e la seduta viene sciolta.

Bell’esempio di classe dirigente che abbiamo presentato ai cittadini, mi viene da dire.. è colpa vostra, questi li avete votati voi!!!

Qualcuno nel consiglio oggi non ricordo chi, ha detto che se il comune rinuncia a 7000 euro di incassi di parcheggi non è danno erariale ma supporto ai commercianti, vorrei ricordargli che ogni consiglio costa ai cittadini malcontati 1000 euro, vorrei sapere negli ultimi 3 consigli questi 3000 euro a chi hanno giovato.


Ma fa parte della democrazia..  e la politica ha perso un altra occasione per redimersi..

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *