Primo No Slot Day del Movimento 5 Stelle di Velletri

Uno dei peggiori primati dell’Italia è quello di essere il primo mercato mondiale nei Gratta e Vinci, a livello pro-capite abbiamo il triplo delle VLT degli Stati Uniti, e pur rappresentando solo l’1% della popolazione mondiale deteniamo il 23% nel mercato mondiale del gioco on line.

Non a caso evidentemente il primo casinò al mondo nasce nel 1638 proprio a Venezia, seguito da Montecarlo nel 1861 e Sanremo nel 1906.

Quello che è preoccupante è che a fronte di una contrazione evidente dei consumi familiari cresce invece la spesa sul gioco d’azzardo fino a toccare gli 80 milioni di euro l’anno.

Insieme a queste cifre crescono enormemente le dipendenze da gioco d’azzardo riducendo anche la loro connotazione di genere grazie ad un sempre più facile accesso al gioco.

 

Da una ricerca IPSAD del 2011 emerge che quasi 1 milione di giocatori sono ad alto rischio o già patologici, con conseguenze gravi di violenza, rischio di depressione, ansia, ossessione per il gioco, conseguenze che si ripercuotono sui familiari e sulla docietà in quanto spesso i giocatori si trasformano in microcriminali per procurarsi il necessario per il gioco quotidiano alla stessa stregua di un tossicodipendente.

I governi fino ad ora non hanno fatto altro che favorire il gioco d’azzardo, facilitando l’apertura delle sale da gioco e togliendo anche ai Comuni qualunque giurisdizione che potesse arginare il problema.

Non possiamo fare una guerra alle slot ed alle sale slot ma possiamo supportare chi ha fatto una scelta virtuosa per la sua attività commerciale.

Nella giornata di sabato 16 novembre il Movimento 5 stelle ha celebrato il primo Bar “Slot Free” a Velletri, il Bar “La Fontana” a piazza Mazzini, attraverso una partecipazione numerosa ad un aperitivo durato dalle 18,30 alle 20, nella quale il consigliere comunale Paolo Trenta e la Senatrice Elena Fattori hanno “certificato” il proprietario del locale il quale si è impegnato con i cittadini a mantenere il suo bar tra le attività virtuose.

Questo è il primo di una serie di eventi a sostegno di questa iniziativa, in cui verranno mappati i locali Slot Free ed evidenziati attraverso un logo di riconoscimento.

Siamo noi cittadini con le nostre scelte quotidiane a fare la differenza, e quando saremo in grado di decidere attraverso la nostra scelta di non entrare in un bar in cui si gioca d’azzardo con la vita degli altri, potremo essere certi di aver fatto un altro piccolo passo verso il bene comune.

Il Movimento 5 stelle ha già intrapreso iniziative a livello istituzionale in parlamento e nei consigli comunali ma c’è bisogno del supporto di tutti per vincere.

Da oggi prima di ordinare un caffè in un bar guardatevi intorno ..

 

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *