-

La vera rivoluzione: rispettare e proteggere la Costituzione Italiana

Martedì 8 ottobre 2013, presso la sala Tersicore del Comune di Velletri, si è respirata un po’ di Cultura, di quella vera; cultura sociale, legale e storica, a contornare un’unica, grande, parola: Costituzione. Il prof. Alessandro Pace, Professore Emerito della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “La Sapienza” di Roma, nonché Presidente dell’Associazione Culturale “Salviamo la Costituzione: Aggiornarla non Demolirla”, ha intrattenuto gli innumerevoli presenti contro una esposizione chiara, profonda e mai noiosa sul tema della Costituzione e dell’attuale pericolo che essa corre. 

E’ impossibile sintetizzare in questo articolo quanto è stato esposto, citato ed argomentato, con idilliaca sagacia, simpatia e grande capacità oratoria. Ciò che invece è possibile, e doveroso, riportare, è la sensazione di calma concitazione che il prof. Pace (nomen omen) ha instillato nei presenti; è stato chiarificato e messo a nudo il grande pericolo insito nelle manovre che l’attuale Governo delle “grandi intese” vorrebbe porre in atto (“Professore, cosa dovremmo fare per impedirlo?”, “Pregare Iddio.”), tema scandito dalla ferma consapevolezza che la nostra Costituzione è tra le più belle e ricche del mondo ed ha bisogno di ciclici aggiornamenti, non di raffazzonati e faziosi stravolgimenti. La ferma, forte e profonda voce di Carla Petrella, recitando alcuni degli articoli esaminati, tra cui i primi tre, è stato uno di quei momenti che rimangono impressi nel cuore e nella mente, per sempre; ha ricordato, a tutti, che gli interessi di pochi non possono sottomettere il volere del popolo sovrano, forgiato da secoli di sangue e sudore, e vergato indissolubilmente dai Padri Costituenti. Una sveglia forte come un tuono all’alba, uno di quegli scherzi estivi, quando si getta acqua ghiacciata su un corpo placidamente accaldato. Questo, hanno provato i 60 fortunati presenti, martedì 8 ottobre 2013, nella sala Tersicore del Comune di Velletri. L’evento è stato organizzato dal Movimento 5 Stelle Velletri, presentato dal Consigliere M5S Paolo Trenta, e concluso dal Consigliere Regionale M5S Silvana de Nicolò. E’ doveroso considerare che non erano presenti le bandiere del Movimento 5 Stelle, bensì solo tricolori italiani, a sottolineare come i Diritti Fondamentali siano proprietà di tutti, non esclusiva di gruppi o partiti particolari. Tra le forze politiche veliterne ringraziamo per la partecipazione dell’assessore Luca Masi e della consigliera Carla Caprio. In generale comunque non si sono registrate presenze importanti; sicuramente, costoro, erano impegnati in faccende più importanti di un approfondimento sulla Costituzione Italiana, grazie alla quale loro stessi ricoprono le cariche pubbliche di cui si fregiano. Velletri, l’Italia, il Mondo, hanno bisogno, molto più spesso, di appuntamenti come questo; positivi forum di crescita collettiva, di riflessione, di dibattito; in una parola: Cultura. La cultura rende un popolo facile da guidare, ma difficile da trascinare; facile da governare, ma impossibile a ridursi in schiavitù. Henry Brougham, Discorso alla Camera dei Comuni, 1828.
http://www.youtube.com/watch?v=ZKyBeE6CiFc
Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *