RISPOSTA AL COMUNICATO DEL PARTITO DEMOCRATICO DI VELLETRI

Quale assurda presunzione quella del Partito (poco) Democratico di Velletri, nel suo disperato tentativo di recuperare consensi nella gestione del territorio.

Leggiamo nel loro comunicato, del quale non comprendiamo bene la ragione per cui è stato scritto e divulgato, di sentirsi gli unici a difesa del territorio, avendo votato a favore l’istituzione di una commissione consultiva sul tema dei Rifiuti.
Criticano le scelte di questa commissione di aver convocato personaggi non super partes quale l’ex candidato sindaco del m5s di Albano “che vanta”, citano in modo meschino e subdolo, “una denuncia per interruzione di pubblico servizio”.

Quanta bassezza politica troviamo in questo comunicato.

Il PD di Velletri dimentica di scrivere che quella commissione è stata istituita dopo mesi caldi in cui i cittadini attraverso i comitati e le forze politiche votate dai cittadini, hanno mostrato la loro opposizione ad una gestione dei rifiuti basata sugli impianti di gestione industriali in zona agricola.

Dimenticano di scrivere che quella commissione non è stata da loro proposta, ma da quelle forze di minoranza che essi definiscono i politici già bocciati dalla città, offendendo almeno il 50% dei cittadini veliterni.

Si permettono di sbeffeggiare un attivista esperto nelle problematiche ambientali, marcandolo come “ex candidato sindaco 5 stelle che vanta una denuncia per interruzione di pubblico servizio” omettendo di scrivere che quella denuncia l’ha presa nel tentativo di bloccare la discarica di Roncigliano e che “quell’ex candidato” è una di quelle persone che ha consentito di smascherare il sistema Cerroni, di bloccare l’inceneritore di Albano e che per quella denuncia nonostante suoni più come una medaglia, ha dovuto rinunciare alla candidatura a Sindaco nel Movimento 5 Stelle.

Omettono di dire che quella persona è stata convocata non come politico ma come conoscitore dei fatti in quanto primo firmatario delle osservazioni presentate alla Regione Lazio contro l’impianto Volsca.

Dimenticano di scrivere che nessuno dei membri della commissione a conoscenza da tempo delle figure convocate ha posto queste opinioni controverse a tempo debito, ma sono stati pronti a criticare le scelte a posteriori, senza aver mai ascoltato qualche loro osservazione costruttiva in commissione.

Lamentano che l’opposizione non abbia voluto partecipare alla variante delle norme tecniche del PRG con la quale viene scongiurata la costruzione di mega impianti nel territorio pronti ad ospitare i rifiuti di Roma.. si è vero ma dimenticano di scrivere che la variante li vieta tutti tranne uno, il loro.

La verità è che il Partito poco Democratico di Velletri cerca di distruggere chiunque ostacoli i propri progetti, e lo fa attraverso modi subdoli e denigranti come dimostra questo comunicato gridato a grande voce.

La verità è che sta cercando di arrampicarsi sugli specchi per difendere il progetto Volsca che ha dimostrato gravi lacune, cercando di minimizzarlo nei confronti del progetto Ecoparco, ma noi non ne vogliamo nessuno sul territorio.

Vogliamo una gestione virtuosa che parta dalla riduzione dei rifiuti all’origine e da una gestione della frazione organica territoriale attraverso piccoli impianti di gestione aerobica. Ma l’unica cosa che riusciamo ad ascoltare è.. i rifiuti li abbiamo da qualche parte dobbiamo metterli!!

Complimenti continuate così!!!

 

https://www.facebook.com/pages/Pd-Velletri/459217910898236?hc_location=ufi

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *